Profilo

Il mio nome è Roberto, Chiodo per gli amici, faccio il camionista da quando ho avuto l'età per cominciare a guidare. Mi piace la solitudine, non sempre, ma ne ho bisogno per una sorta di ricarica. Amo viaggiare con qualsiasi mezzo abbia ruote gommate, amo il mio lavoro anche se è pieno di problemi, sono cresciuto in mezzo all'odore di nafta e gomme surriscaldate dall'asfalto nero bollente nei periodi estivi. Non tollero chi non si sa confrontare con il prossimo, i prepotenti e i tessitori di tele a scopo malefico. Il mio mestiere è la realizzazione di un sogno, unire la passione per la guida col senso di libertà che solo la strada ti sa dare, quella sensazione che non si può spiegare ma solo provare quando si ha la passione del viaggio nel sangue.
Ma ultimamente mi sento chiuso in gabbia viste le leggi sulle ore di guida e di riposo, sono cresciuto in una generazione di camionisti dove si era responsabili dei propri limiti e abbastanza intelligenti da capire quando era ora di fermarsi quando era ora di ripartire. Ora invece ti dice il codice quanto devi guidare e quanto devi dormire, e poi ci chiamano professionisti ? I professionisti sono considerati tali proprio perché hanno la completa gestione delle proprie ore di lavoro. Quando mi chiamano cosi mi sento preso in giro. A tutti gli amici e colleghi/e che condividono i miei ideali auguro buona strada !